Santa Maria Novella Biglietti

a partire da 8,50 Disponibile Santa Maria Novella
Prenota ora
Categoria: Biglietti dei Musei
Località: Firenze
Valutazione: 4.5 / 5
     (basato su 60 recensioni)
Santa Maria Novella Santa Maria Novella Santa Maria Novella Santa Maria Novella Santa Maria Novella

Visita il bellissimo complesso monumentale di Santa Maria Novella!

In 3 semplici passi puoi acquistare i biglietti per visitare la Chiesa di Santa Maria Novella insieme agli ambienti del Museo di Santa Maria Novella (il Chiostro Verde, il Chiostrino dei Morti, il Cappellone degli Spagnoli, il Refettorio e la Cappella degli Ubriachi).

Con pochi clicks potrai visitare un vero e proprio scrigno di arte e spiritualità che conserva importanti opere tra le quali spiccano i due Crocifissi di Giotto e Brunelleschi, e la Trinità di Masaccio. All'interno vi si trovano anche importanti cappelle da visitare, ricche di affreschi realizzati da personalità come Domenico Ghirlandaio, Filippino Lippi, Paolo Uccello e molti altri...

Inoltre potrete ammirare le magnifiche Storie della Genesi raffigurate sulle pareti del Chiostro Verde, il Chiostrino dei Morti (chiamato così per la sua antica funzione cimiteriale), il Cappellone degli Spagnoli (famoso per il suo intatto ciclo pittorico di Andrea di Bonaiuto), l'Ultima Cena di Alessandro Allori all'interno del Refettorio, e la Cappella della famiglia fiorentina degli Ubriachi.

Acquista i biglietti online con il nostro sistema facile e sicuro e ti garantirai l'accesso ai capolavori di Firenze.

Puoi comprare contemporaneamente i biglietti per la maggior parte dei musei fiorentini. Non perdere il tuo tempo, affidati a noi!

Nel nostro sito puoi trovare tutte le informazioni necessarie: come funziona il sistema, la sicurezza delle transazioni o come avere maggiori informazioni sui tuoi acquisti passati o futuri.

IMPORTANTE:

L'orario d'ingresso scelto è indicativo, in quanto è possibile che si verifichino piccole variazioni.

Cosa rende questo tour unico?

  • Visita il complesso di Santa Maria Novella con il Chiostro Verde e il Cappellone degli Spagnoli
  • Ammira i Crocefissi di Giotto e Brunelleschi e la Trinità di Masaccio
  • Evita la fila e non sprecare il tuo tempo
  • Rimani nel complesso quanto vuoi

Biglietti ridotti e gratuiti

Biglietto Ridotto:

  • Cittadini maggiori di 65 anni (presentare documento d’identità all'ingresso)
  • Gruppi scolastici sotto i 18 anni (presentare documento d’identità all'ingresso)

Biglietto Gratuito:

  • Residenti nel Comune di Firenze
  • Bambini fino a 5 anni (presentare documento d’identità all'ingresso)
  • Persone disabili e accompagnatori
  • Membri di ordini o congregazioni religiose, e clero diocesano
  • Accompagnatori di scolaresche o gruppi (1 ogni 15 membri)
  • Guide
  • Membri ICOM, ICOMOS e ICCROM
PRENOTA ORA !

Orario di apertura

Dal Lunedì al Giovedì, dalle 9.00 alle 17.30; Venerdì dalle 11.00 alle 17.30; Sabato e prefestivi religiosi dalle 9.00 alle 17.00; Domenica e festività religiose dalle 12.00 alle 17.00 (da Luglio a Settembre), dalle 13.00 alle 17.00 (da Ottobre a Giugno).

La biglietteria chiude sempre 45 minuti prima della chiusura della chiesa.

Bookshop

Nella chiesa è presente un negozio dove è possibile acquistare guide in varie lingue e oggetti ispirati ai lavori della Chiesa.

Visitatori disabili

Il complesso è accessibile per le persone disabili.

PRENOTA ORA !
Il Complesso di Santa Maria Novella si trova nell'omonima piazza situata di fronte alla Stazione Ferroviaria Centrale - Firenze, dove fa capolinea anche la maggior parte degli autobus urbani, ed è raggiungibile a piedi in soli 5 minuti.
PRENOTA ORA !

Complesso

Si tratta di uno dei complessi più importanti del panorama fiorentino ed è stato per secoli il punto di riferimento dell'ordine religioso dei Domenicani.

Storia della Chiesa

La chiesa originaria era collocata anticamente al di fuori delle mura della città (vi fu inclusa solo a partire dal 1284) e chiamata per questo anche Santa Maria tra le Vigne; fu poi consacrata nel 1094 e mostra ancora oggi, sotto l'attuale sagrestia, alcuni resti dell'antica costruzione.

Nel 1221 un gruppo di 12 frati Domenicani provenienti da Bologna riuscì a prendere possesso della chiesa ma già nel 1242 fu necessario iniziare i lavori per ampliare l'edificio che fu completato alla metà del XIV secolo e consacrato solo nel 1420 da Papa Martino V. Autori del progetto furono due frati domenicani, fra' Sisto da Firenze e fra' Ristoro da Campi, ma parteciparono anche fra' Jacopo Passavanti e fra' Jacopo Talenti.

Su commissione della famiglia Rucellai, Leon Battista Alberti disegnò il portale centrale e nel 1470 completò la facciata in marmo. Tra il 1565 e il 1571 la chiesa fu molto rimaneggiata ad opera di Giorgio Vasari e da quel momento non furono più fatti lavori fino alla metà del XIX secolo quando Enrico Romoli sostituì gli altari cinquecenteschi con altri di gusto neo-gotico, realizzò l'impiantito attuale e costruì l'altare maggiore attuale.

Capolavori

  • Giotto, Crocifisso, 1288-89
  • Brunelleschi, Crocifisso, 1410-15
  • Masaccio, Trinità, 1425-26

Vi si trovano inoltre molte importanti cappelle come la Cappella Tornabuoni o Cappella Maggiore (con affreschi di Domenico Ghirlandaio), la Cappella di Filippo Strozzi (con affreschi di Filippino Lippi), la Cappella Bardi, la Cappella Rucellai, la Cappella Gondi, la Cappella Gaddi, nonchè la bellissima Sagrestia.

Chiostro Verde

Chiamato così in quanto affrescato con pitture realizzate con la tecnica chiamata "a terra verde" alla metà del 15° secolo, questo ambiente fu costruito tra gli anni 30 e 60 del 1300 su un progetto di Giovanni da Campi e Jacopo Talenti. Deve la sua fama al ciclo di affreschi realizzati da Paolo Uccello raffiguranti Storie della Genesi.

Capolavori

  • Creazione degli animali
  • Creazione di Adamo ed Eva
  • Diluvio Universale
  • Sacrificio ed ebbrezza di Noè

Chiostrino dei morti

Situato sotto il livello del transetto della chiesa, è uno degli ambienti più antichi che un tempo svolgeva funzione cimiteriale; rovinato dall'alluvione del 1333 e ricostruito poi da Jacopo Talenti, fu inoltre parzialmente demolito per fare spazio a Piazza Stazione. Purtroppo ci sono giunti solo pochissimi resti degli affreschi originari realizzati da importanti personalità fiorentine come l'Orcagna.

Cappellone degli Spagnoli

Questo ambiente, l'antica Sala Capitolare, fu finanziato da Buonamico Guidalotti e realizzato da Jacopo Talenti tra il 1343 e il 1355. Fu poi chiamato così nel 1566 quando Eleonora di Toledo, moglie di Cosimo I de' Medici, ottenne il permesso di utilizzarlo in favore della colonia spagnola di Firenze. Gli affreschi, realizzati tra il 1365 e il 1367 da Andrea di Bonaiuto e aiuti, esaltano l'ordine Domenicano nella lotta contro l'eresia.

Capolavori

  • Portale con Martirio e Ascesa di San Pietro Martire
  • Alessandro Allori, San Jacopo condotto al martirio che guarisce un paralitico
  • Navicella di San Pietro Apostolo, la Resurrezione, l'Ascensione e la Pentecoste

Refettorio

Realizzato da Jacopo Talenti nel 1353 circa, ospita oggi arredi sacri e opere provenienti da tutto il complesso. Nel 19° secolo fu qui ritrovato, nascosto sotto la tela del 1597 raffigurante l'Ultima Cena di Alessandro Allori, un affresco del 14° secolo con la Madonna in trono con Bambino attribuita ad Andrea Bonaiuti; bellissime anche le tele con i Miracoli di San Domenico di Ranieri Del Pace.

Capolavori

  • Polittico di Bernardo Daddi
  • Paliotto di seta con ricami su disegno di Paolo Schiavo
  • Reliquiario del Titolo della Croce di manifattura Veneziana

Cappella degli Ubriachi

Costruita nel 14° secolo a spese della famiglia Fiorentina degli Ubriachi, era dedicata ai Re Magi e ospita oggi frammenti di affreschi provenienti dal complesso, e due importanti sinopie degli affreschi di Paolo Uccello.

PRENOTA ORA !
Torna su

 Potrebbe interessarti anche: