Strumenti musicali alla Galleria dell’Accademia

museo strumenti musicali

All’interno della Galleria dell’Accademia di Firenze c’è un intera sezione dedicata agli antichi strumenti musicali, tra cui alcuni strumenti del liutaio Antonio Stradivari e di Bartolomeo Cristofori, l’inventore del pianoforte. Un vero gioiello da esplorare per gli amanti dell’opera, del teatro e della musica classica.

Il Museo degli Strumenti Musicali è stato inaugurato nel 2001 ed espone circa cinquanta strumenti provenienti dalle collezioni private dei granduchi di Toscana, Medici e Lorena, raccolti tra la seconda metà del secolo XVII e la prima metà del XIX e passati successivamente al Conservatorio Cherubini di Firenze.

La collezione mostra come la musica abbia svolto un ruolo di primo piano nella corte medicea. Il pianoforte ad esempio fu un’invenzione creata proprio per i Medici da Bartolomeo Cristofori che fu chiamato a corte dal Gran Principe Ferdinando come costruttore di strumenti musicali nel 1688. Egli si dedicò alla sperimentazione di nuovi materiali e alla creazione di sonorità innovative e inventò un nuovo strumento a tastiera in cui le corde, invece di essere pizzicate come nel clavicembalo, venivano percosse da martelletti per produrre così un suono più sfumato, il pianoforte appunto.

Acquista Biglietti onLine

Tra antichi clavicembali, strumenti a fiato e a percussione troviamo poi un pezzo unico del maestro Antonio Stradivari, una viola conservata perfettamente nel suo stato originale. Fu realizzata in legno di abete rosso e acero per il Quintetto Mediceo formato da due violini, due viole e un violoncello. La viola è perfetta nella sua estrema eleganza e raffinatezza con finissimi intarsi in madreperla, avorio e ebano e dettagli dello stemma mediceo. Ma non si tratta dell’unico pezzo Stradivari in mostra, vi possiamo anche trovare anche un violino del 1716 e un violoncello del 1690. Troviamo esposti anche un violino e un violoncello del 1650 di Niccolò Amati, liutaio cremonese e maestro dello stesso Stradivari.

Oltre agli strumenti musicali, il museo espone alcuni dipinti che hanno per oggetto la cultura musicale del tempo, come due grandi esempi di Anton Domenico Gabbiani raffiguranti il Gran Principe Ferdinando de’ Medici circondato dai musici di corte che mostrano viole, violoncelli e una lira. Mentre, nella sala dedicata a Bartolomeo Cristofori si trovano dipinti di nature morte che abbinano tavole imbandite a rappresentazioni di strumenti musicali dell’epoca.

Nella sezione multimediale si possono ascoltare le sonorità di molti degli strumenti esposti e ripercorrere, attraverso un video, la nascita e lo sviluppo del teatro a Firenze.

Acquista Biglietti onLine