Da Guercino a Caravaggio. Il Barocco in mostra a Roma a Palazzo Barberini

Guercino caravaggio

Fino all’8 febbraio le Porte di Palazzo Barberini a Roma si aprono alla mostra che Sir Denis Mahon – grande collezionista d’arte e storico dell’arte britannico, morto nel 2011 a 101 anni -aveva tanto desiderato per il suo centesimo compleanno.

Famoso per aver dedicato la sua vita al Barocco italiano, con i suoi studi e le sue scoperte Sir Denis Mahon portò alla luce eccezionali artisti come Guercino, fino ad allora pittore non riconosciuto appieno nella sua grandezza.

Partendo dallo studio del prediletto Guercino, Mahon seppe proporre in una nuova e più convincente luce la pittura bolognese alle soglie del Seicento, conducendo pioneristiche scoperte su Caravaggio e Nicola Poussin.

Nella mostra in corso a Roma “Da Guercino a Caravaggio. Sir Denis Mahon e l’arte italiana del XVII secolo”, sono infatti esposti oltre 45 capolavori assoluti, alcuni appartenuti alla sua collezione, insieme a opere di Poussin, Guercino, Carracci e Caravaggio provenienti dall’Hermitage Museum di San Pietroburgo e da altre raccolte pubbliche.

Oltre a rappresentare un doveroso omaggio a questo grande mecenate europeo amante dell’Italia e della sua arte, la mostra vuole mettere a confronto opere di indiscusso valore perché da queste possano scaturire momenti di studio e di discussione che portino a una riscoperta del nostro passato e della nostra storia dell’arte.

Acquista Biglietti onLine

Accanto a una rosa di dipinti provenienti dalla sua collezione e lasciati a importanti istituzioni museali, la mostra fa il punto sulle scoperte e gli studi condotti da Mahon sull’arte del Seicento italiano, alla cui rivalutazione in campo internazionale ha contribuito in maniera decisiva fin dagli anni trenta del Novecento.

Parallelamente all’interesse per Guercino, Mahon sviluppò anche una particolare attenzione verso la pittura del Caravaggio, di cui la mostra presenta un nucleo di importanti capolavori, e verso artisti che in Italia avevano lavorato, come Nicola Poussin, del quale troviamo dipinti prestati da imponenti musei italiani e stranieri.

A Palazzo Barberini sono esposti infatti grandi capolavori dell’arte italiana (Guercino, Caravaggio, Guido Reni, Annibale Carracci ed altri) e anche le due grandi battaglie di Nicolas Poussin, che fino ad oggi non era mai stato possibile vedere insieme. Tra le opere in mostra figura anche quella di Guercino che Mahon amava maggiormente: La Madonna del passero, in cui viene raffigurata Maria che fa giocare Gesù con un passerotto tenuto al guinzaglio da un sottilissimo filo di seta e Il suonatore di Liuto di Caravaggio della collezione dell’Hermitage Museum, l’unica opera di Caravaggio presente in Russia.

Arricchiscono ulteriormente la mostra alcune nuove sfide, pensate soprattutto per i giovani, come la possibilità di utilizzare i Google Glass, attraverso i quali è possibile approfondire alcuni aspetti della mostra curiosando tra mondo reale e virtuale. Mentre i più piccoli possono divertirsi e imparare grazie a visite guidate e audioguide particolari che li accompagnano alla scoperta della bellezza della nostra arte.

 

Palazzo Barberini - Roma

Orari: martedì - domenica 9.30 - 19.30, lunedì 11.00 - 16.00

Biglietti: € 12,00 / ridotto 8,50 / ridotto speciale 5,50

Acquista Biglietti onLine