I capolavori di Van Gogh in una mostra multimediale a Firenze

I capolavori di Van Gogh in una mostra multimediale a Firenze

421424183630

L’opera di Van Gogh è già di per sé affascinante, non ci sono dubbi. Ma, nella mostra multimediale in corso a Firenze fino al 12 aprile, diventa una vera e propria esperienza multisensoriale. Van Gogh Alive – The Experience è una mostra realizzata all’interno della chiesa sconsacrata di Santo Stefano al Ponte, e integrata in maniera spettacolare nella particolare architettura della chiesa.

La Chiesa di Santo Stefano al Ponte si trova in pieno centro storico, a due passi dal Ponte Vecchio. Al suo interno, grazie all’utilizzo del sistema SESNSO –RY4, che incorpora 40 proiettori ad alta definizione, una grafica multicanale e un suono surround come quello delle sale cinematografiche, l’esposizione propone oltre 3000 immagini ad altissima definizione.

È così che un museo impossibile offre un viaggio completo attraverso l’universo visionario di Van Gogh dominato da una tumultuosa vicenda esistenziale che si traduce, tra le altre cose, in intensi cromatismi. Immagini enormi, nitide e cristalline si fanno come reali, illuminano schermi e superfici nel suggestivo scenario della chiesa. L’alta definizione delle immagini inoltre permette davvero per la prima volta di avvicinarsi e scoprire anche i più piccoli dettagli delle opere, la straordinaria tecnica dell’artista e il suo utilizzo del colore.

Dagli esordi nei Paesi Bassi alla Parigi degli Impressionisti, fino alla permanenza ad Arles, Saint Rémy e Auvers-sur-Oise, dove Van Gogh produsse capolavori indimenticabili, c'è praticamente tutto, i Mangiatori di Patate, le Notti Stellate, i famosi Girasoli fino all’ultimo struggente quadro dipinto dall’artista, il Campo di Grano con Corvi.

Il percorso sarà inoltre arricchito dalla proiezione dei disegni delle opere, che permettono quindi di risalire alla genesi creativa dei vari quadri, e da brani tratti dalle sue lettere che offrono anche uno spaccato della vita di Van Gogh, delle sue esperienze e dei suoi tormenti interiori. Come le lettere al fratello o agli amici dove, tra le altre cose, racconta anche del suo lavoro di artista e parla delle sue fonti di ispirazione.

La mostra multimediale approda a Firenze dopo un successo mondiale e milioni di visitatori per offrire un’esperienza visiva e divulgativa inedita che avvicina al mondo dell’artista olandese e alle sue opere anche un pubblico diverso, forse meno abituato a frequentare le sale di mostre e musei, attraverso una sinfonia di luci, colori e suoni.

Uno dei più coinvolgenti ambienti multi screen al mondo, in cui le enormi opere di Van Gogh, proiettate all’interno della chiesa sono accompagnate da musiche di Handel, Schubert, Godard, Liszr, Tiersen e molti altri. Un vero godimento per tutti i sensi.