MUSEI

Palazzo Piccolomini Biglietto d'ingresso

a partire da 11
  • Validità: 1 giorno
  • Accesso prioritario
  • Foto ammesse
  • Audioguide disponibili
  • Accessibile

Cosa ti attende

  • Visita uno dei primi esempi dell'architettura Rinascimentale
  • Ammira il giardino e la sua straordinaria vista sopra la Val d'Orcia e il Monte Amiata
  • Una volta entrato, trascorri all’interno del Palazzo tutto il tempo che vuoi

Il Palazzo

Il Palazzo Piccolomini di Pienza, residenza estiva di Enea Silvio Piccolomini, Papa Pio II, è uno dei primi esempi di architettura rinascimentale.

Edificato nel 1459 dal noto architetto Bernardo Rossellino, allievo di Leon Battista Alberti, è stato recentemente ristrutturato, riportando così alla luce il suo antico splendore, sia internamente che esternamente. Il complesso architettonico si presenta come la realizzazione dell’ambizioso progetto umanistico di città ideale di Pio II.

La famiglia Piccolomini ha abitato il Palazzo fino al 1962, anno in cui la proprietà passò per testamento all’Ente morale di Siena Società di Esecutori di Pie Disposizioni.

Le stanze segrete e il Giardino

Ispirato al Palazzo Rucellai a Firenze disegnato da Leon Battista Alberti, l'edificio in bugnato è a pianta quadrata e si sviluppa su 3 piani con due ordini di finestre modulate da lesene. All'interno si apre un cortile rettangolare con loggiato sostenuto da colonne di pietra. Le stanze segrete al piano nobile (sala da pranzo, biblioteca, camere da letto), mostrano gli appartamenti papali arredati con mobili d'epoca, suppellettili, quadri e preziose opere d'arte. Ma la vera particolarità risiede nel rapporto tra architettura e paesaggio, sancito dal piccolo giardino quadrato tipico rinascimentale, cinto da mura con al centro un pozzo ottagonale recante lo stemma di famiglia; da qui si gode di una bellissima veduta sulla Val d'Orcia e sul Monte Amiata.

Descrizione del Palazzo

dai Commentarii di Pio II

"L’8 agosto 1462 a notte fonda giunse a Pienza seguendo lo stretto sentiero che porta fino alla piazza della città. La bellezza austera e la dignità di quelle costruzioni gli fecero dimenticare il pensiero e la molestia del costo esorbitante. Il palazzo è quadrato, alto 90 piedi di pietra viva dal basso fino al punto più alto lavorata finemente dallo scalpello del lapicida. Vi sono due ordini di finestre notevoli per ampiezza e disegno, ventitrè per ciascuno dei due piani, equidistanti l’una dall’altra. Tre uomini potrebbero affacciarsi contemporaneamente a ciascuna finestra, divisa in tre parti da sottili colonnette. Sotto ciascun ordine di finestre corre una banda ornamentale chiamata cornice che così incorona due volte tutto il palazzo. Agli angoli del palazzo e tra le finestre vi sono appesi scudi di pietra nei quali rifulgono le insegne apostoliche della famiglia Piccolomini in oro, argento e altri colori. Nel lato volto a nord al centro si ammira uno splendido e grandissimo portale che costituisce l’entrata principale. Nel quarto lato che guarda a mezzogiorno e il Monte Amiata hanno costruito tre logge su colonne di pietra; il primo portico, sotto un’alta e austera volta, offre un piacevolissimo paesaggio nell’attiguo giardino; il secondo con un soffitto di travi adorno di dipinti a vivaci colori offre un soggiorno piacevolissimo nell’inverno. Chi entra nel palazzo per la porta principale si trova in una corte quadrata sostenuta da colonne di pietra alte sedici piedi, unite alla perfezione alla base e ai capitelli. Qui sono le sale da pranzo invernali, estive e della mezza stagione, stanze da letto regali e ripostigli. Attraverso questo portico o androne se ti volgi a destra trovi una scalinata che ti porta alle stanze del secondo piano. Al piano nobile si presenta una galleria, il soffitto a travi decorato e anticamere e sale. C’è un camino in marmo bianco artisticamente lavorato, e il soffitto a cassettoni. L’edificio è esposto in modo tale che è adatto a tutte le stagioni, riparato dal caldo e dal freddo eccessivo".

Cosa è incluso

  • Ingresso con accesso prioritario
  • Entri e stai quanto vuoi
  • Tasse di prenotazione
  • Accesso alle mostre temporanee
  • Audioguida disponibile in Italiano, Inglese, Francese, Tedesco e Spagnolo

Cosa non è incluso

  • Tour guidato

Riduzioni

Biglietto Ridotto:

  • Gruppi (da un minimo di 15 ad un massimo di 25 persone)
  • Studenti Italiani

Biglietto Gratuito (è comunque previsto il pagamento della prevendita per saltare la fila) :

  • Bambini fino ai 5 anni (presentare documento d’identità all'ingresso)
  • Qualsiasi portatore di handicap munito del certificato di disabilità e un suo accompagnatore

Da ricordare

  1. La validità del biglietto è di tutto il giorno fino all'orario di chiusura del Palazzo a partire dall'orario di ingresso.

  2. L'orario effettivo di ingresso riportato sui biglietti potrebbe subire delle piccole variazioni in base alla disponibilità effettiva del Palazzo.

  3. Per un'esperienza soddisfacente si consiglia di riservarsi almeno 1 ora e mezzo per visitare il Palazzo.

  4. I biglietti ti saranno inviati via e-mail entro 24-48 ore dall'acquisto (durante i giorni feriali) con le istruzioni su come arrivare e cosa fare per entrare.

  5. Si informa che, una volta prenotati, la data e l'orario prescelti sono vincolanti. Si prega di ritirare il biglietto almeno 15 minuti prima dell'orario d'ingresso prenotato. Chi non rispetta l'orario d'ingresso prenotato non verrà fatto entrare. Per ritirare l'audioguida è necessario un documento di identità valido.

  6. Il Palazzo ha una sua capienza massima di persone, in alcuni periodi dell'anno o giorni particolari è possibile che si verifichino piccoli ritardi o attese non dipendenti dal Palazzo o da Italy Tickets.